Quanto è positivo lo spazio negativo?

Nel linguaggio della visione, per spazio negativo si intende uno spazio vuoto e privo di contenuti. Uno spazio che come ci è stato insegnato, serve all’occhio per “respirare” e che permette di focalizzare l’attenzione in maniera univoca sul soggetto significante della rappresentazione.

Lo spazio negativo è indispensabile in una buona composizione visiva (grafica, pittorica o fotografica) e l’equilibrio che si crea tra gli spazi pieni e gli spazi vuoti è la misura con cui si può valutare un lavoro svolto da mani sapienti oppure inesperte. Approfondisci

Creatività in gabbia.

Sembra un paradosso, ma è la pura realtà. Per operare in maniera creativa occorre darsi delle regole e se parliamo di impaginazione, la nostra regola è la gabbia grafica. Il foglio bianco e la mancanza di direttive possono sembrare un ostacolo insormontabile. Ma è proprio in questa fase della progettazione che la gabbia grafica giunge in nostro soccorso. “La gabbia grafica è quell’insieme di regole entro le quali far muovere qualunque progetto di comunicazione visiva”.

Approfondisci

Parole in testa: come scrivere headline efficaci.

Nel linguaggio pubblicitario l’headline (o slogan) è la frase trainante di una campagna pubblicitaria.

Se pensate che l’argomento possa non essere di vostro interesse poichè non fate i copywriter di professione, ricordate che oggi chi riesce a strutturare headline invitanti per i propri post, foto, articoli, e-book, e-mail, newsletter, è anche colui che attrae il maggior numero di lettori e consensi. Approfondisci