Content Strategy: Dillo con Video Tuoi.

Content Strategy: Dillo con Video Tuoi.

Comunicati stampa, social post/ blog post o altri contenuti basati su testo e immagini sono un ottimo metodo per accrescere la memorabilità del proprio brand. Ma non è possibile ignorare come in questo 2017 si stiano affermando con forza crescente le strategie di business basate sui contenuti video.

Perché i video?

Per lo stesso motivo per cui la televisione è stata il mezzo che ha dominato da sempre su radio o giornali.

  1. Un video di un minuto ha la stessa efficacia comunicativa di circa 1,8 milioni di parole (fonte: Forrester Research).
  2. Tutte le esperienze visive accrescono in maniera esponenziale l’interesse del pubblico.
  3. L’utilizzo di video all’interno di un sito aumenta la permanenza sullo stesso di circa due minuti, rispetto ai siti che non utilizzano contenuti video.

Overview.

Attualmente in Italia abbiamo un totale di 26,4 milioni di utenti Internet mensili alla ricerca di informazioni ed intrattenimento, con una particolare attenzione verso i contenuti video:

  • chi usa un tablet guarda circa un’ora di video al giorno
  • chi usa lo smartphone guarda almeno un video al giorno

Si stima che entro il 2020 il traffico video coprirà l’80% del traffico totale visualizzato in rete (fonte: Cisco).

Per soddisfare trend e aspettative, anche i social network negli ultimi anni stanno lanciando funzionalità che spingono i contenuti video. Succede infatti che:

  • 500 milioni di persone ogni giorno guardano video su Facebook e su altre piattaforma come Twitter (l’82% degli iscritti) e Snapchat (10 miliardi di video al giorno). Senza contare dati relativi a Instagram con i video e le Stories.
  • Su Youtube aumenta il tempo che gli utenti dedicano alla visualizzazione di video su dispositivi mobili, con una media per sessioni di più di 40 minuti.

Di tendenza.

I Tour Virtuali a 360° (reali, simulati o immersivi) sono il must su cui puntare ancora prima che i video tradizionali in HD arrivino a saturazione. È provato che lo stesso video in formato 360°ottiene il 28,81% di spettatori in più.

I risultati.

  1. La crescita della fiducia. Qualunque azienda può affermare di avere un prodotto facile da usare o un servizio di qualità superiore, ma il modo migliore per connettersi con il proprio cliente è quello di mostrare piuttosto che dire. Una animazione 3D o un tour virtuale a 360° aumentano notevolmente la comprensione di ciò che si sta proponendo e creano un legame maggiore. Il 90% dei clienti segnala che la visione di un video, supporta positivamente la decisione di acquisto del prodotto o del servizio (fonte Forbes).
  2. L’aumento della notorietà di marca. Più i video sono creativi e coinvolgenti e più verranno ricordati e condivisi. Una struttura ricettiva che propone un tour virtuale a 360° dei propri ambienti e servizi o una navigazione immersiva con occhiali VR, verrà ricordata maggiormente rispetto ad un’altra che offre ai propri potenziali clienti delle semplici gallery fotografiche.
  3. Il raggiungimento di un pubblico più vasto. Il 92% delle persone che visualizzano un video poi lo ricondividono (fonte Hubspot). Nel settore immobiliare, un Tour virtuale a 360° pubblicato sulla scheda di una proprietà riceverà il +403% di richieste in più rispetto a quelle che non includono il video.

Conclusioni.

  1.  Non produrre video con le previsioni di diffusione e i dati di utilizzo che abbiamo, significa venire tagliati fuori dal mercato.
  2.  “Ogni video che non fai oggi è un cliente che hai perso domani” (cit. Marco Montemagno).

E tu, sei pronto a far crescere il tuo business fin da subito creando e gestendo questo tipo di contenuti?

 

 

 

 

Simona Facondo

Brand and Communications Consultant. Mi muovo nel mondo della comunicazione concentrandomi sulla strategia, la creatività, la scrittura e il design.